La Rustica in valle d'Aosta gita sociale

Racconto breve in valle d'Aosta

La Rustica in Valle d'Aosta Luglio 7/8

La Rustica in Valle  d’Aosta 7/8 luglio 2012

 

Partenza di buon mattino destinazione Chatillon (AO), per partecipare all’8°Balconata del Monte Zerbion, corsa a passo libero, approfittando di questa magnifica  Regione la Valla d’Aosta e voglia di conoscere la sua storia.       Sistemazione in Hotel Etoile du Nord un pranzo tutto valdostano (Fonduta e Fontina), nel primo pomeriggio l’incontro con la guida che ci accompagnerà per tutto il nostro soggiorno, la prima meta: Il Castello di FENIS residenza della famiglia feudale di Challont si parla del XIII secolo castello con affreschi e torri, manieri ben conservato .  Alla fine della visita , con il nostro bus ci spostiamo al centro di Aosta dove scopriamo una città Romana  dal Ponte di pietra si intravede poco distante l'Arco d'Augusto. La costruzione risale alla seconda metà del regno di Augusto, nel 24 a.C. Più avanti in linea parallela la Porta   Augusta  Praetoria uno dei più importanti accessi , porta di ingresso orientale della città romana di Augusta, dopo aver oltrepassato la Porta Praetoria  troviamo Teatro e l’Anfiteatro  vicini alla principale arteria cittadina, il Decumanus Maximus, alla fine la nostra guida Elisabetta di fa scoprire il sottosuolo,  un monumento romano della città di Aosta Il Criptoportico Forense, circondava l'area sacra del foro di Augusta . E' riconosciuto monumento nazionale italiano . Ritornati  in hotel per la cena, ancora sorprese della cucina formaggi e arrosti con polenta taragna ottimo anche il vino bianco accompagnati da quel formaggio verde piccante…. Che assomiglia al Roquefort .  Dopo cena non poteva mancare una serata al “Casinò Sant-Vincent” un breve spostamento con il bus, tutti in fila a tentare la fortuna giacché era compreso nel cartellino della corsa un buono di € 10.00, qualcuno e stato fortunato altri meno, ma non importa, ci siamo divertiti come da copione questo era quello che contava.      Domenica dopo colazione e ringraziando il Direttore del ” Hotel Etoile du Nord”,  si parte per la corsa a Chatillon  cinque i percorsi  6/12/14/20/30, una partenza da panico nuvole e pioggia sovrastano la valle, non possiamo  rinunciare, si parte ,  tutti di corsa con spolverini ombrelli per ripararsi dalla pioggia abbondante e fastidiosa, a  meta  percorso il cielo si va a schiarire, un timido sole fa capolino, il tempo va a migliorando, ma il più del percorso e stato fatto e il paesaggio che si proponeva  alla  nostra visione  e avvolto da nuvole basse  di vapore che corrono veloci con il vento, peccato… Con rassegnazione ci siamo detti: sarà per una prossima volta...   Dopo le premiazioni della corsa spostamento a Issogne per il pranzo, dove ad attenderci la titolare del ristorante  il Magnero Signora  Emanuela,  piatti  Valdostani deliziosi ed abbondanti. Il tutto è stato accompagnato da ottimo vino locale Nebbiolo di Donnas. Il  locale è raffinato ed elegante, con fatica lasciamo questo Desco, alla porta ci attende ancora la nostra Elisabetta,  con sollecito ci invita a seguirla  per  la visita del Castello di Issogne  un altro famoso Magnero  Valdostano ,   Rinascimentale è suo cortile la famosa fontana di ferro a forma di albero di melograno, l’interno splendido le lunette del porticato  con affreschi di vita del tardo Medioevo  ancora molto ben conservati, nelle sale interne da vedere la “sala della giustizia” una grande sala con pareti tutte affrescate . Il soffitto è realizzato in legno in stile tardogotico un camino in pietra con un Grifone e un Leone che regge lo stemma della famiglia  Challant. 

   Questa magnifica gita di due giorni, in poco tempo e rendendoci conto che la Valle d’Aosta merita molto di più . I Valdostani un po’ Francesi gentili e ospitali, conservano nel loro cuore questa piccola ma ( ALTA.....) Regione   la Valle d’Aosta …

C.G.

Troverete le foto in gallery